Ambiente, Provincia

Nessun allarmismo!

Ci è capitato tra le mani un bell’editoriale del sindaco di Calusco in cui descrive puntigliosamente la questione Italcementi, ribadendo la sua posizione nel merito ed elencando il tutto in un eccellente quasi-decalogo (i punti sono nove: con un piccolo sforzo, poteva emulare Mosè e diventare così molto famoso).
Nella premessa si parla di “facile populismo”, “argomentazioni surreali”, “miopia dovuta a interessi politici” o forse “personali”, dando magari credito a “personaggi faziosi” (e non a “tecnici di riconosciuta esperienza”), il tutto condito da una serie di “supercazzole”.
Ma andiamo con ordine.
1) La cementeria esiste da 100 anni. Condividiamo il primo punto, alquanto ovvio. Resta il fatto che anche la Caffaro a Brescia aveva quasi 100 anni. E a Brescia non la ricordano con molto piacere però…
2) La cementeria è “un cementificio” (sic!) e “non un inceneritore”. Eh già, fa niente se brucia le medesime cose che brucia un inceneritore…
3) La tecnologia che usa CSS è “la miglior tecnologia esistente raccomandata da Normative Europee (BAT)”. Ma le normative BAT si applicano alla riduzione delle emissioni, non al tipo di combustibile utilizzato!
4) È “un’occasione imperdibile” per far ridurre le emissioni inquinanti. Ma se le emissioni di Italcementi sono comunque nei limiti di legge previsti, non ci sono i presupposti per chiedere una diminuzione delle emissioni senza una valutazione dell’impatto sanitario del cementificio!
5) Si definisce il CSS come “ricavato da rifiuti non riciclabili”. Ecco perché tutti noi differenziamo la plastica: per darla a Italcementi per farci il cemento! E noi pensavamo che potesse essere usata per farci la Materia Prima Seconda, come fanno quelli della Revet Recycling di Pontedera!
6) È l’ultima occasione per obbligare Italcementi a investire in “compensazioni ambientali”. Ma Italcementi non ha nessun obbligo nei confronti di nessuno! Non sono previste compensazioni o diminuzioni di emissioni nella sua richiesta!
7) Usare CSS (definito “investimento” sic!) permetterà a Italcementi di ridurre i costi e quindi mantenere posti di lavoro. Ma questo non è un problema del Sindaco! L’ente pubblico deve preservare gli interessi e la salute della comunità! O sbagliamo?
8) Gli studi presentati dall’ASL sono meramente statistici e non sono uno studio approfondito sugli effetti alla salute delle emissioni del cementificio; i tumori rappresentano comunque solo una piccolissima parte delle patologie da emissioni inquinanti. Ricordiamo poi che il dott. Paolo Crosignani, direttore della struttura epidemiologica ambientale dell’Istituto tumori di Milano, analizzando dati analoghi per l’inceneritore di Filago, ha tratto conclusioni diametralmente opposte da quelle dei tecnici di “riconosciuta esperienza” che lavorano all’ASL.
9) Nel periodo ipotetico manca la responsabilità ambientale e l’utilizzo di CSS non prevede nessuna ricaduta economica per il territorio in quanto non genera nessun posto di lavoro e nemmeno attività nell’indotto! Bellissima poi la conclusione: non fate troppo clamore, stiamo tutti uniti (cioè appiattitevi sulle mie posizioni, cioè quelle di Italcementi) perché altrimenti “andando divisi” Italcementi la farà franca”.
Nessun allarmismo! Del resto è una grande opportunità. Non abbiamo ancora capito per chi però. Nel frattempo consigliamo al Sindaco di leggersi qualcosa sull’argomento. Potrebbe partire con qualche libro: Stefano Montanari, Rossano Ercolini, Paul Connett, magari anche Renzo Tomatis. Oppure legga qualche articolo di Agostino Di Ciaula o del già citato Paolo Crosignani. E se non dovesse trovare il tempo per leggere, esistono sulla questione anche due bei film da guardare comodamente in poltrona: Trashed e Sporchi da morire.

About Bergamo5Stelle

No information is provided by the author.

2 Comments

  1. Johnd719

    Hey very cool blog!! Guy.. Beautiful.. Wonderful.. I will bookmark your website and take the feeds additionallyKI am satisfied to search out numerous useful information right here in the publish, we want develop more techniques on this regard, thank you for sharing egdbcgdakfcf

  2. Outstanding post, I conceive people should acquire a lot from this web blog its rattling user genial. So much superb info on here kckdkbekeddddaek

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *