Nazionale, Provincia

Mani in alto: questa è una rapina…

pdrossi

Mani in alto: questa è una rapina… Del territorio e dei suoi soldi! Ora basta!

Ad annunciarlo ieri sulla sua pagina Facebook  non un qualsiasi esponente leghista, magari nostalgico dei bei tempi della secessione padana, bensì il presidente della provincia di Bergamo, Matteo Rossi, piddino doc al 100%, reduce dall’assemblea nazionale dei presidenti delle province italiane.

I numeri snocciolati da “Matteo il rosso” sono impietosi e non lasciano adito ad alcuna replica: solo il 3% delle tasse che paghiamo restano sul territorio. Un vero scandalo
Ma qual è la legge che sottrae le risorse alle province? La legge 190/14, meglio conosciuta come legge di stabilità 2015. Opera del governo Renzi, cioè del PD. E votata in Parlamento da tutto il PD compatto.

E qual è la legge che ha “svuotato le province” rendendole praticamente dei “vuoti carrozzoni”, in attesa che la legge costituzionale [su cui abbiamo appena votato il il 4 dicembre] abolisse l’articolo 144 della costituzione, eliminando completamente le province, perché tanto “basta un sì”? La legge Del Rio, opera anch’essa di Renzi e del PD. E anch’essa, naturalmente, votata all’unisono da tutto il PD.

Ripetiamo: condividiamo le urla di dolore del presidente Rossi. Lo invitiamo però a dare un’occhiata ai suoi vicini di banco e ai suoi amici di partito perché se le province sono in questa “ridicola” situazione, i “colpevoli” non stanno su Marte… E siamo certi che chi sino ad ora ha amministrato la provincia non provenga da lì.

Un briciolo di coerenza in più, però, siamo certi che non guasterebbe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *