Bergamo

Bergamo sotto le 5 stelle 2018: anche quest’anno i rifiuti non esistono!

Bergamo sotto le 5 stelle, la festa provinciale dei vari gruppi provinciali del Movimento 5 Stelle, è giunta quest’anno alla quarta edizione e si tenuta da venerdì 29 a domenica 1 luglio presso il centro sportivo di Zanica. 
 
Come “tradizione” nessuno è riuscito a trovare un cestino dove buttare i rifiuti: una scelta precisa, necessaria per obbligare i visitatori a portare i propri rifiuti presso l’Ecopoint, una postazione ben visibile e dotata di bidoni dove svolgere nel migliore dei modi la differenziazione di quanto si voleva buttare in un comune cestino.
L’Ecopoint ovviamente è stato anche un punto dove ottenere informazioni su dove conferire alcuni particolari rifiuti, capire come funziona la Tariffa Puntuale e cosa sono le “altre plastiche”… C’è stata la possibilità per molti di mettere alla prova le proprie competenze di “ricicloni” con il nostro gioco del Riciclo Quiz.

 

Come gruppo ambiente, inoltre, quest’anno siamo riusciti ad avere tra noi Rossano Ercolini (cui abbiamo regalato una copia del “nostro” R Rifiuti Zero), presidente di Zero Waste Italy, papà della legge Rifiuti Zero, vincitore nel 2013 del Goldman Environmental Prize e autore di un bellissimo libro: Non bruciamo il futuro. Qui potrete trovare la registrazione del suo fantastico intervento.
Sempre nella giornata di sabato abbiamo organizzato un’agorà per parlare di altre due questioni ambientali molto importanti. Dapprima Carlo Mancino, presidente del tavolo dell’amianto di Treviglio, ci ha spiegato come si è arrivati alla recente sentenza del Consiglio di Stato che ha dato un secco stop all’iter per realizzare appunto una cava di amianto presso l’ex cava della Vailata di Treviglio.
Poi è stata la volta di Attilio Agazzi, portavoce del Comitato La Nostra Aria che ci ha raccontato la battaglia combattuta, insieme a Rete Rifiuti Zero Lombardia, contro il cementificio di Calusco d’Adda che vorrebbe utilizzare 110 mila tonnellate di Combustibile Solido Secondario per cuocere il clinker e fare il cemento. Qui sotto potrete trovare il filmato dei due interventi.
Non contenti di tutto questo, qualche ora prima dell’agorà alcuni di noi hanno ripulito un’area nelle vicinanze della festa che versava in uno stato di incuria e dove abbiamo raccolto tre bei sacchi di rifiuti abbandonati.

 

 

Grazie alla doppia postazione di Ecopoint, che negli anni scorsi ci ha permesso di conseguire percentuali ragguardevoli di raccolta differenziata (oltre il 96%), anche quest’anno ha fatto sì che, seppur senza procedere con la pesa dei rifiuti per “motivi tecnici”, la percentuale di raccolta differenziata è stata molto simile a quelle degli anni precedenti.
E anche quest’anno, insomma, siamo certi di essere riusciti a convincere tutti, anche i più reticenti, che i rifiuti non esistono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *